Il bilancio dello Stato italiano per il 2008

Ho recuperato questa simpatica tabellina, con un poco di fatica, dal rapporto che Padoa Schioppa ha predisposto come consuntivo dei suoi due anni di ministro (vedi fra i links). Mi piace la logica di riaggregare le voci di spesa dello stato come “missioni” e perchè fa vedere come lo stato tassi o come intermediario di altri o per voci incomprimibili.

Il discorso sul nostro bilancio è lungo, ma mi piacerebbe riassumerlo con calma, e qualche maggiore approfondimento lo potete trovare qui, nell’analisi aggiornata ai conti del 2009.

Tavola: Le 34 Missioni del bilancio – Risorse per il 2008
(Fonte: RUEF per il 2008, tabella 4.1, pag. 64)

                                                     milioni di euro   %
1 Relazioni finanziarie con le autonomie territoriali    105.123      22,6
2 Debito pubblico (1)                                     83.541      18,0
3 Politiche previdenziali                                 68.403      14,7
4 Istruzione scolastica                                   41.645       9,0
5 L'Italia in Europa e nel mondo                          25.048       5,4
6 Diritti sociali, solidarietà sociale e famiglia         24.497       5,3
7 Difesa e sicurezza del territorio                       19.086       4,1  
8 Fondi da ripartire                                     16.846       3,6  
9 Ordine pubblico e sicurezza                             9.412       2,0
10 Politiche economico-finanziarie e di bilancio (2)       8.875       1,9
11 Istruzione universitaria                                8.168       1,8
12 Diritto alla mobilità                                   7.960       1,7
13 Giustizia                                               7.275       1,6
14 Competitività e sviluppo delle imprese                  5.574       1,2
15 Sviluppo e riequilibrio territoriale                    4.545       1,0
16 Ricerca ed innovazione                                  3.964       0,9
17 Infrastrutture pubbliche e logistica                    3.778       0,8
18 Soccorso civile                                         3.688       0,8
19 Organi costituzionali, a rilevanza costituzionale    
e Presidenza  del Consiglio dei Ministri                3.233       0,7
20 Servizi istituzionali e generali delle
  amministrazioni pubbliche                              2.911       0,6
21 Politiche per il lavoro                                 2.701       0,6
22 Immigrazione, accoglienza e garanzia dei diritti        1.427       0,3
23 Tutela e valorizzazione dei beni attività culturali
e paesaggistici                                           1.380       0,3
24 Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca           1.225       0,3
25 Casa e assetto urbanistico                              1.060       0,2
26 Giovani e sport                                           902       0,2
27 Comunicazioni                                             896       0,2
28 Tutela della salute (3)                                   711       0,2
29 Amministrazione generale e supporto alla rappresentanza    
generale di Governo e dello Stato sul territorio          353       0,1
30 Commercio internazionale ed internazionalizzazione del   
  sistema produttivo                                       234       0,1
31 Turismo                                                   113       0,0
32 Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e   
  dell'ambiente                                            101       0,0
33 Energia e diversificazione delle fonti energetiche         59       0,0
34 Regolazione dei mercati                                    16       0,0
NOTE
1) Al netto dei rimborsi del debito statale.
2) Al netto delle regolazioni contabili, restituzioni e rimborsi d’imposta.
3) Non include le risorse delle Regioni

8 nov 2008

A sei mesi di distanza dalla pubblicazione di questo post, sono diventato più abile a lavorare e, visto che è uno di quelli più letti, aggiungo il link alla pagina del Ministero del Tesoro dove è possibile recuperare tutti i documenti sulla finanza pubblica pubblicati dal ministero, gli strumenti di base per approfondire il discorso sopra cominciato

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia interna e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Il bilancio dello Stato italiano per il 2008

  1. Laura ha detto:

    la tabellina è molto interessante, ma tanto interessante che mi è venuta voglia di sapere anche cosa c’è sotto ciascuna di queste voci: dalle più (apparentemente) ovvie come “istruzione scolastica” e “tutela della salute” alle più (almeno per me che non sono esperta) oscure come l’imponente “Relazioni finanziarie con le autonomie territoriali” e il non irrilevante “L’Italia in Europa e nel mondo”. purtroppo però mi perdo nel marasma di google, puoi darmi una mano?

  2. Giuseppe Ferrari ha detto:

    Non so se mandarti una mail o risponderti qui. Comincio da qui. Se ricevi, conferma.
    Non sono un’esperto di contabilità statale e il post dello scorso maggio è nato un poco per caso, visto che mi ero imbattuto nella tabellina. Qualche cosa in più però forse te la posso dire. A parte i siti ufficiali del ministero dell’economia e della ragioneria generale dello stato, ho trovato, un documento della “Commissione tecnica della finanza pubblica” di cui trovi i riferimenti nel mio blog, sotto la pagina “il bilancio dello Stato in Italia” che ricorda come il nuovo sistema di classificazione del bilancio dello stato per missioni, il cui sunto è la tabella sopra indicata, sia stato implementato dalla Ragioneria Generale dello Stato sotto l’ultimo governo Prodi.
    Penso che, se hai tempo e voglia, girando per i tre siti che ti ho indicato, Ministero, Ragioneria e Ctfp dovresti trovare ciò che ti interessa. E se trovi qualche cosa, tienimi informato. Non ho molto tempo, ma mi interessa.
    Saluti

  3. Gaetano ha detto:

    Ho trovato il documento ufficiale ( in PPT) dal quale sono stati estrapolati questi dati:www.tesoro.it/doc-finanza-pubblica/documenti/18827/6_presentazione%20ministro%20DL%2030%20settembre.ppt
    Sarebbe da divulgarlo i più possibile. Grazie

  4. Sergio Gambarelli ha detto:

    Alla base di tutto sta il basso livello di istruzione(voluto) del nostro popolo.
    L’unico, dimenticato,vero grande socialista:GIUSEPPE TURATI disse:”SE VUOI FAR GRANDE UN POPOLO ISTRUISCILO” .Il tutto non con del nozionismo idiota.
    Come possono i professori con 1200 € al mese e massimamente precari aver capacità e voglia di insegnare.
    Con la televisione si porta il gregge dove si vuole.
    Se si volesse illustrare (con la televisione di stato) al POPOLO come qualsiasi classe politica spende i nostri soldi non vi sarebbe ascolto e qui cascano gli asini.
    Povera spendacciona televisione di stato;come farebbe senza le entrate pubblicitarie?
    Ciao da un ottuagenario disincantato

  5. Sergio Gambarelli ha detto:

    Errata corrige
    FILIPPO TURATI E NON GIUSEPPE.

  6. Eduardo ha detto:

    Grazie Sergio: tutti i mali della nostra Italia nascono dalla poca istruzione. Molta tv e nessuna istruzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...