ll metodo non cambia: parole in libertà, fatti pochi (nessuno?)

Due le notizie di oggi che confermano il modo di governare di Berlusconi: annuci tanti, parole dette e smentite ancora di più, fatti pochi ed i pochi concreti inseriti nei nostri ordinamenti come mine a scoppio ritardato.

Oggi sul Corriere campeggiano il piano casa ed il federalismo

Giro molto in macchina e da quando Berlusconi ha lanciato la sua proposta di consentire ai propietari di aumentare, senza formalità, la superficie utile dei propri immobili del 20% m mi sono divertito ad immaginare come potesse venir trasformato il paesaggio urbano di tanti piccoli paesi intorno a Milano. E mi sembrava un progetto irrealizzabile, al di là dell’uso demenziale che esso sottintendeva di un bene pubblico così cruciale ed irrecuperabile quale è il territorio.

Poi oggi ho scoperto che gira un testo, chissà se lo trovo, su carta intestata della Presidenza del Consigli che però non è stato scritto da Berlusconi. Ogggi si parla solo di ampliare le ville e che tutto quello che è stsato detto in questi giorni sono invenzioni dei giornali messe in giro per screditare la figura del nostro presidente.

Siamo alle solit. si parla, si smentisce, si riparla, si accusa la stampa di distorcere le notizie ad uso non si sa bene di chi, e via seguitando. Un copione già visto.

Eppure ancora dal giornale di oggi leggo che l’obiettivo del nuovo Partito delle Libertà è di arrivare al 40% dei voti alle prossime elezioni regionali. Ma è proprio così che il paese vuole essere governat0?

La crisi esiste, la vivo tutti i giorni nei rapporti con clienti e fornitori, cerchiamo di scherarci sopra e di tirare avanti, sperando che passi e facendo il possibile nel nostro piccolo. Ma la nostra classe dirigente si inventa le solluzioni al bar, mentre chiacchera, la illusstra al paese come la panacea, poi le smentisce, passa ad altro e, stto sotto, continua a farsi gli affari suoi?

Se va ben alla maggioranza, va bene anche a me, ma non chiedetemi di pensare che ne usciremo bene.

La seconda notizia del giorno è òìapprovazione della legge che affida al governo il potere di emanare i decreti delegati sul federalismo. Anche qui parola senza fatti, in questo caso i numeri dei costi e benefici del progetto. Arriveranno? E come saranno? Che arriveranno sono certo che saranno positivi penso proprio di no. Sono convinto da tempo che la nostra classe politica faccia politica per arricchirsi, (Craxi docet) e che il federalismo sarà un banchetto di gale per loro.

Anche qui chi vivrà vedrà. Ma temo che i risultati saranno di molto inferiori alle attesa e che i problemi cresceranno, e di tanto.

Non sapere, o non volere, fare i conti, non paga mai.

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Politica interna e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...