Tassazione e spesa pubblica

Due i punti interessanti di un articolo da nFA sulla cosidetta “concorrenza fiscale“.

  1. La difesa, anche in questo campo delicato, del principio della concorrenza, ed anche qui di una concorrenza regolamentata, visto che difende l’Irlanda ma non le isole Cayman.
  2. I rinvii a tre contributi teorici a sostegno della teoria che “la spesa pubblica si traduce in controllo delle risorse, potere, e in ultima istanza è strumento fondamentale al raggiungimento del consenso elettorale“, che coprono vent’anni di elaborazione teorica degli economisti sul tema:
    1. A positive theory of  fiscal deficits and government debt“, articolo pubblicato da Alberto Alesina e Guido Tabellini nel 1989
    2. The provision of public goods under alternative electoral incentives“, (pp. 31) di Alessandor Lizzeri e Nicola Perisco del 1999
    3. A dynamic theory of public spending, taxation, and debit” (pp. 36) di Marco Battaglini e Stephen Conte del 2008
  3.  

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia, Teoria economica, Teoria politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...