La crisi economica italiana viene da lontano

 

 daveri.1242994973

La crisi economica in Italia è meno forte che all’estero e ne usciremo meglio, dice il governo, anche perché ci siamo noi che facciamo tutto il possibile ed anche di più.

No, non è vero, replica l’opposizione, è molto peggio e voi non fate niente per alleviarla.

E poi tutti concordi a dare la colpa allo Stato, al fisco rapace, quando le solite classifiche internazionali ci relegano agli ultimi posti per il livello dei nostri stipendi e salari. Come se lo Stato fosse altro da noi.

E poi guardi i dati e ti imbatti in grafici espliciti come quello sopra indicato (recuperato da Lavoce.info qui ) : dal 1995 ad oggi sono passati 14 anni, si sono succeduti, finalmente in alternanza direbbe qualcuno, governi di centro-destra e di centro-sinistra, è finita la prima repubblica, la seconda è cominciata o forse no, è sceso in campo il nostro salvatore SB.

Sembra che tutto sia cambiato, ed invece non è cambiato niente: la richezza da noi prodotta anno per anno è stata sistematicamente inferiore a quella dei paesi europei a noi paragonabili per storia, tradizione, cultura, capacità industriale ed intellettuale.

Da noiseFromAmerica altri dati sconsolanti, in parte sulla occupazione e rivolti al futuro, ed in parte sulla crescita del PIL. Il grafico qui sotto ben si accoppia a quello sopra.

Questo il grafico:

 Trend del PIL reale pro-capite, scala logaritmica

Trend del PIL reale pro-capite, scala logaritmica

Non sono economista e non so cosa sia una scala logaritmica. Ma comunque riesco a vedere che la nostra linea, quella viola, si sta lentamente adagiando sullo zero: zero sviluppo, zero crescita. Ma tanti pettegolezzi

Siamo un paese che declina ed invecchia lentamente: se mi permettete balliamo tranquilli, e spesso litighiamo, su un Titanic che sta affondando, molto lentamente ma mi sembra inesorabilmente.

Tutti parlano di riformare questo e quello, ma sono solo parole: vivere facendo debiti è più bello e più facile che vivere lavorando.

Credo che questo da Voeu.org  “Italy, before and after Lehman Brothers” sia, di fatto la traduzione in inglese dello stesso articolo da cui ho tratto il grafico all’inizio. Riporta lo stesso grafico, con qualche altro dato sul tema. parla di necessità di riforme, ma quali?

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia interna, Politica interna e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La crisi economica italiana viene da lontano

  1. vaiattila ha detto:

    è proprio come tu dici.. siamo un paese in declino. Per non parlare, poi, di come questo declino incida sulla nostra cultura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...