Senza parole e senza fiato

Il caso Marrazzo

Cosa può interessarmi dei gusti sessuali di un governatore di una regione? Proprio niente. Sono problemi suoi ed al massimo di sua moglie, povera donna.

Ma che il governatore di una regione, di fronte ad un ricatto, squallido ed infamante quanto si voglia, non senta il dovere morale di andare dritto dritto dai carabinieri a denunciare il fatto ed invece preferisca tentare di far finta di niente e continuare a governare come se niente fosse, mi interessa molto.

Forse troppo.

E’ solo un altro, squallido, segno della tempra morale della nostra classe dirigente.
Pur di rimanere seduti nulla importa del modo o dei motivi per cui si resta seduti. Anche i bambini sanno che se si cede una volta, ci si trova in balia dei ricattatori. E farsi ricattare facendo i governatori del Lazio si rischia di rimetterci non solo i propri soldi, dei quali tutto sommato potrebbe anche interessarmi poco,  ma anche le decisioni politiche, di cui invece molto mi preme.

E meno male che, da quanto leggo adesso, dopo aver strillato anche lui che era tutto un complotto (Berlusconi fa scuola) Marrazzo pare aver imboccato la strada delle dimissioni.
Forse a questo punto è Berlusconi a dover imparare.

Un soprassalto di dignità e serietà che non riesce comunque a restituirmi parole e fiato: in che mani siamo!!!

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Politica interna e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Senza parole e senza fiato

  1. paniscus ha detto:

    “Ma che il governatore di una regione, di fronte ad un ricatto, squallido ed infamante quanto si voglia, *non senta il dovere morale di andare dritto dritto dai carabinieri a denunciare il fatto* ed invece preferisca tentare di far finta di niente e continuare a governare come se niente fosse, mi interessa molto.”

    —————-

    L’automatismo è un po’ meno lineare di così, quando a compiere il ricatto sono i carabinieri stessi.

    saluti
    Lisa

  2. Giuseppe Ferrari ha detto:

    A me sembra che proprio il fatto che il ricatto provenisse da carabinieri, più o meno in funzioni di servizio, avrebbe dovuto suggerire ad un normale cittadino, ma ancor più ad un uomo politico, di affidare senza indugio il caso nelle mani dell’autorità giudiziaria, senza indugio.
    Almeno come politico ne sarebbe uscito molto meglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...