Consigli non seguiti (ma saggi)

Lo avevo già chiesto, ma non sono stato ascoltato.

Panebianco continua a scrivere paludati editoriali per il Corriere della Sera e, come l’impero, colpisce ancora.

Oggi parte dallo sconsiderato intervento di Cicchitto che, per la verità con molta indulgenza viende definito “del tutto sbaglato ed inopportuno” per fare la predica a  … Bersani, reo, da quel poco che si capisce, o che io ho capito, di fare opposizione .

Panebianco, come tanti, ancora non riesce a capire che i nostri probloemi non nascono dalla opposizione, piena di difetti ma, appunto per questo, solo opposizione, ma dalla maggioranza che, forte di personaggi di alto spessore proprio come Cicchitto, conduce una politica fallimentare.

E quando scrivo fallimentare intendo proprio fallimentare, nel vero senso giuridico del termine: quella di un ente, persona fisica o giuridica o, nel nostro caso, di uno stato, che non è più in grado di far fronte ai propri impegni: che ha cioè troppi debiti.

E per rendersene conto basta guardare a quello di cui nessuno pare occuparsi, ma che è la sintesi della situazione, della nostra posizione complessiva: il  bilancio dello stato italiano.

Ci ritornerò. Per ora mi permetto solo un rinvio a questa mia ultima analisi dei nostri conti.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Politica interna. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Consigli non seguiti (ma saggi)

  1. gianpaolo ha detto:

    Scusate la domanda, ma e’ una curiosita’ che ho da quando ero bambino, adesso ho 30 anni e non vorrei restare con questo interrogativo, banale direte Voi, ma svelatemi questa cosa:

    non mi iintendo molti di bilanci ecc., ma vorrei sapere quanto incassa lo stato italiano in un anno con le tasse?

    Intendo (separatamente):
    – Iva in un anno.
    – Ici
    – irap,irpef o irpeg come caspita si chiamano ecc. Praticamente in questa voce vorrei sapere quanto incassa lo Stato per le tasse che si pagano a giugno e poi gli acconti nel mese di novembre-dicembre. Se vogliamo questa e’ la voce che mi incuriosice di piu’.

    Non mi interessa sapere delle uscite ecc. Solo sapere quanto entra, stop. E’ una curiosita’ che ho e, in base all’idea che mi sono fatto, se i dato sono quelli che molto ignorantemente mi faccio, vorrei poi farVi una domanda/considerazione.

    Io ho dato un occhiata al Vostro prospetto, in effetti mi sembra che ci sia e mi sembra di vedere un totale di circa mille e duecento miliardi di euro…E’ giusto? E’ quello? Come vedete non capisco nemmeno se i numeri sono in milioni o miliardi di euro…

    Nello scusarmi per l’essermi cosi’ dilungato e per aver fatto una domanda che ammetto essere altamente idiota ed ai limiti della presa in giro (ma Vi assicuro che sono serio!); cordialmente Vi saluto sperando di ricevere una tanto attesa e sospirata risposta.

    Gianpaolo (la mia mail e’ vienna1@freemail.it )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...