Mal comune mezzo gaudio? Non sempre è vero.

Prima provo a vedere se copiando e incollando rimane così simpatico, altrimenti vi lascio solo il rinvio.

Come immaginavo, l’operazione non è riuscita, probabilmente l’animazione impedisce l’esportazione. Comunque fate clic qui o sotto. Merita.

Perchè questo grafico sulla progressiva crescita dello spread fra i titoli pubblici tedeschi e quello degli altri paesi EU in difficoltà è proprio carino. Parla solo di dieci giorni, che non sono niente, ma indica una tendenza poco piacevole. E’ vero che noi siamo i più vicini ai tedeschi, ma è anche vero che i nostri debiti sono tanti ed anche le frazioni di punto si traducono in montagne di interessi passivi.

Di mio mi limito ad aggiungere questa piccola tabella, che mette a confronto i rendimenti dei Bot a 3,6 e 12 mesi del settembre scorso rispetto al settembre 2009.

–                                set 2010               set 2009

BOT a 3 mesi                0,69                       0,39

BOT a 6 mesi                1,06                       0,55

BOT a 12 mesi              1,43                       0,74

I BOT, secondo gli ultimi dati del Ministero, rappresentano circa il 9,5% del nostro debito pubblico ed il loro peso rispetto ad un anno fa è sceso, ed è vero che l’andamento dei tassi sui BTP, il grosso del debito, vede una crescita per alcune scadenze ed una diminuzione per altre, ma il dato non mi sembra bello.

Indebitarci a breve ci costa praticamente il doppio di un anno fa e, non sono un esperto ma mi sembra logico, questo maggior costo finirà per scaricarsi anche sulle altre scadenze. E saranno tanti soldi che dovremo tirare fuori. Meglio dedicarci alle escort che pensare a come pagarli.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia interna, Economia internazionale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...