Formigoni e l’efficienza della sanità in Lombardia

Per forntuna poco ho a che fare con il perfetto sistema sanitario regionale vantato dal plurinominato ed acclamato governatore della regione Lombardia, Roberto Formigoni. Ma quando mi capita mi domando sempre che testa abbiano quelli che ne gestiscono il sistema informativo.

Due mesi fa mi sono arrabbiato perché non sapevano quando  avevo fatto l’ultima volta la colonscopia. Oggi debbo riconoscere che mi ero arrabbiato per niente. Le cose che non sanno sono ben altre.

Ho ricevuto ieri una cortese lettera su carta intestata del “Programma di Screening dei Tumori del Colon-Retto” veramente divertente (vogliamo dire così?).

Chi me la manda non è capace di capire dai dati in suo possesso se sono maschio o femmina e per non sbagliare la indirizza a “Gentile Signora/Signor FERRARI“. In Regione Lombardia nessuno sa che, nel codice fiscale che loro archiviano nella loro preziosissima Carta Regionale dei Serizi, basta guardare il decimo e l’undicesimo carattere per distinguere il sesso dell’interessato? Pare di no.

Andando avanti nella lettura non mi stupisce più  di tanto che scarichino su di me l’onere di ricordarmi se e quando ho fatto l’ultima colonscopia: a settembre non sapevano che l’avevo fatto meno di cinque anni prima e adesso continuano a non sapere che l’ho rifatta a settembre. Il tanto decantato chip inserito nella CRS non era aggiornato prima e continua a non essere aggiornato adesso. Nulla di strano, anche se continuano a dire di essere all’avanguardia.

Ma la ciliegina sulla  torta, come deve essere, arriva alla fine: la lettera la firma il mio medico Dr. ANSALDI GIOVANNI. Peccato che Giovanni si goda da più di un anno la sua meritata pensione e che oggi il mio medico di famiglia sia la dott.ssa Emanuela Ghislandi. Giovanni era un amico, ma anche Emanuala lo è e, per correttezza, spero che quei, non so se pochi o tanti, soldi che la Regione riconosce al medico per il servizio che svolge nei miei confronti vadano alla seconda e non al primo. E poi qualcuno si stupisce se ogni tanto si scopre che quale medico disonesto truffa la regione. Ma se neanche il Servizio di Epidemiologia della Regione Lombardia dispone di un database aggiornato sugli utenti dei suoi servizi, che difficoltà volete che ci sia a truffare la Regione da parte di qualche malintenzionato?

Lavoro in piccole aziende e posso solo immaginare quanto sia difficile gestire  complessi sistemi informativi. Ma non credo ci voglia molto per rimediare a queste disfunzioni. Eppure la modernissima Lombardia non ne è capace.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Politica interna e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Formigoni e l’efficienza della sanità in Lombardia

  1. giacomo ha detto:

    Se questa notizia fosse vera, il nostro cammino verso il medioevo sarebbe completato
    Il successore in pectore di Silvio Berlusconi alla guida del PdL sarebbe la figlia Marina.
    dal suo del 19-ottobre. @#Vista la 1 pagina del Giornale di oggi, lei aveva indovinato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...