Come opera una classe dirigente

A giudicare dalla crescita improvvisa delle visite, direi che ci stiamo preoccupando. E cominciano a sprecarsi le riflessioni, a volte irose e onnicomprensive, a volte pacate ed acute, sulla crisi che dilania la nostra classe dirigente ed il nostro paese (al di là dei miei giudizi, non perdetevi nessuna delle due analisi. Insegnano parecchio).

Ma per capire che cosa è una vera classe dirigente bisogna, ancora una volta, guardare oltre oceano. Solo alcuni estratti, probabilmente mal tradotti, dalle prime bozze del rapporto della commissione bipartisan nominata all’inizio dell’anno da Obama per affrontare il problema del loro debito pubblico. Il rapporto definitivo è atteso per l’inizio di dicembre, ma le discussioni negli Usa si sprecano e si sprecheranno.

Ma non sono le proposte concrete che ne scaturiscono che mi interessano. Credo che noi si debba imparare dall’approccio e dai principi che ispirano i comportamenti dei commissari americani.

  1. Abbiamo il dovere patriottico di predisporre assieme un piano che renda l’America di domani migliore di quella che è oggi.
    1. … la nostra economia non crescerà e il nostro paese non potrà essere competitivo senza un piano che ci liberi da peso soffocante del debito
    2. Nella loro storia, gli Americani sono sempre stati disposti a sacrificarsi per rendere la nazione più forte. Questa è la nostra promessa: assicurare ai nostri figli e ai nostri nipoti una vita migliore.
    3. Gli americani hanno fatto scelte penose negli ultimi due anni. Si aspettano che le facciamo anche noi. Il popolo americano punta sul fatto che noi si riesca a mettera da parte la politica, operare insieme e non dividerci, e trovare un accordo su di un piano che ci consenta di vivere con i nostri mezzi e rendere l’America forte sul lungo periodo.
  2. Il problema è reale – la soluzione penosa. Non ci sono vie di uscita facili – Tutto deve essere messo in discussione e Washington deve dare l’esempio.
    1. Dobbiamo prima fermare e poi ridurre il debito pubblico …
    2. Un progetto reale ed efficace richiede sacrifici condivisi e Washington deve dare l’esempio e stringere la cinghia.
  3. E’ crudelmente sbagliato fare promesse che non si possono mantenere.
    1. Il nostro paese deve fare scelte difficili. Senza remore di partito, noi dobbiamo dire la verità agli Americani.
  4. Non compromettere una fragile ripresa economia
  5. Proteggere che è veramente svantaggiato
  6. Tagliare ed investire per promuove lo sviuppo economico e mantenere l’America competitiva
Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Politica interna. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Come opera una classe dirigente

  1. Andrea Ballarati ha detto:

    Gente normale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...