Finanziare a debito il consumo non paga

L’economia americana si sta riprendendo, ma l’occupazione langue. Con ogni probabilità negli Stati Uniti si sta verificando un cambiamento epocale nell’attitudine al consumo e al risparmio da parte dei privati. Dopo un periodo durato oltre vent’anni di crescita al consumo finanziato a debito, la crisi finanziaria esplosa nel 2008 sta modificando l’atteggiamento di fondo degli americani, piegando verso il passo il rapporto fra debito e reddito disponibile.

E’ un grafico di cui sarà interessante seguire l’evoluzione nei prossimi anni. E, checche ne dicano Tremonti e Fortis, insegna molto anche a noi e al nostro debito pubblico.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Consumo, Economia internazionale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...