La destra e il deficit pubblico

Dobbiamo ancora alla  acutezza di Phastidio la conferma che la destra, americana in questo caso ma non solo e non sempre, a parole dichiara la propria avversione alla spesa pubblica e, con essa, ai deficit di bilancio, ma nei fatti opera aumentando il debito pubblico. Per citarmi, guardate qui e qui.

Lo fa, forse nascostamente e/o inconsciamente, riducendo a debito le imposte. L’ipotesi teorica, dimostratasi storicamente errata, è che la riduzione delle imposte provoca automaticamente un’aumento del reddito da cui deriva una crescita del gettito fiscale superiore alla riduzione percentuale delle aliquote, il che porta alla riduzione del debito pubblico. Non è successo in passato e non succederà in futuro. Il debito pubblico americano aumenterà e con lui i problemi di noi tutti.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia internazionale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...