Debito pubblico e patrimoni privati in Italia

Mentre tutti sono distratti, (divertiti, indignati, schifati come me e chi più ne ha piùà ne metta), dalle notti di Arcore, la talpa del debito scava. E punta dritto, come intelligentemente ha suggerito Tremonti, al patrimonio degli italiani.

Dopo Amato è la volta di Michele Salvati sul Corriere della Sera del 17 scorso a mettere, pur nella forma del periodo ipotetico della irrealtà, sotto i riflettori dell’opinione pubblica la ovvia constatazione che una prelievo straordinario sul patrimonio è l’unica via per fare di una drastica riduzione del debito pubblico il punto di partenza della ripresa e della rinascita del paese.

Salvati sostiene che non se ne farà niente, ma altri voci, che non ho tempo di ritrovare, suggeriscono che la spinta potrebbe venire dall’Europa e segnatamente dalla Germania. Ieri in macchina distrattamente ho seguito un GR che riferiva di una Merkel insolitamente decisa a trasformare l’unione monetaria europea in una  effettica comunità economica, con normative di bilancio pubblico, di contrattualistica del lavoro, di regolamentazione fiscale condivise ed armonizzate. La strada obbligata per dare sostanza all’euro. E non ho dubbi che per i tedeschi i primi da mettere in riga siamo noi, e che anche loro pensino, proprio come Tremonti, che visto il nostro patrimonio, siamo perfettamente in grado di farlo, solo che qualcuno si decida a farcelo fare.

E allora avremo bisogno di ben altro che di Via Orgettina per consolarci.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia interna e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...