Ma, sotto traccia, qualcosa si muove?

Strano paese, l’Italia.

Tutti occupatissimi a leggere le trascrizioni delle telefonate di chi, a tempo perso, fa anche il nostro presidente del Consiglio e, apparentemente, ben contenti di dimenticarsi di debiti, deficit e spread.

Ma poi ti accorgi che, sotto sotto, qualche cosa si muove, anche se in maniera schizofrenica. Un piccolo esempio, la UIL. Due post su di lei recuperati oggi. Uno, bruciante, sulla convocazione dello sciopero nel settore del pubblico impiego. Ed uno, serioso, sulla relazione al Comitato Esecutivo Lombardo della stessa associazione e sul documento approvato dalla segreteria lombarda il 13 settembre scorso. Ed è questo il documento che mi è piaciuto.

La strada indicata mi sembra corretta, perseguibile, adatta ad affrontare, con pazienza e fatica, i nostri problemi. C’è molto di quello che serve: abbattimento drastico del debito (patrimoniale, dismissioni, riforma fiscale, anche se qui non capisco il riferimento al condono), riforma in senso contributivo delle pensioni, tagli della politica, riforma del diritto del lavoro come indicato da Ichino, attenzione ed investimenti per aumentare la produttività-paese, e via seguitando. Manca solo, secondo me, il prestito forzoso per sottrarci almeno per un anno alla morsa dei mercati finanziari.

E’ vero che la strada dell’inferno è lastricata di buone intenzioni, ma queste carte dimostrano ch ealmeno esiste un dibattito che fatica ad arrivare all’opinione pubblica nel frastuono dell’attenzione scandalistica per la vita privata di Berlusconi, ma che avanza. Speriamo bene.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Politica interna. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...