Equità e sindacati

E così stasera la triplice, come si diceva ai miei tempi, con l’aggiunta dell’UGL vedranno Monti, per convincerlo a rendere la manovra più equa.

Confesso che non sono riuscito a capire in che cosa debba consistere questa maggiore equità. Per la tassa sulla casa in parte sì. Per quanto si tratti di una tassa sul patrimonio, e non sul reddito, e che quindi, in una ottica di equità vada considerata sotto un altro punto di vista, collegarla in parte al reddito o al numero degli utilizzatori, ci sta. Anche se il discorso sarebbe più lungo.

Ma sulle pensioni proprio non riesco a seguire né loro, né tutti quelli che protestano. Con un copia e incolla faccio prima a spiegarmi, rubando a Sandro Brusco nella sua sacrosante polemica contro il becero populismo di Di Pietro e dell’IDV.
La seconda è che io resto francamente perplesso da questa spasmodica esigenza di difendere persone che comunque, anche dopo le ultime modifiche, andranno in pensione a condizioni nettamente migliori a quelle delle generazioni più giovani. O meglio, capisco il guadagno elettorale di breve periodo che si può ottenere agitando il tema (lo capisce bene anche la Lega, che infatti spande demagogia a piene mani) ma non mi piace per nulla. Anche con le condizioni modificate, chi andrà in pensione nei prossima anni lo farà a condizioni nettamente migliori di chi ha oggi 20 e 30 anni. Chi è giovane oggi si troverà con una pensione calcolata interamente con il metodo contributivo, e quindi non godrà delle pensioni di anzianità, e andrà in pensione più tardi. Per aggiungere danno alla beffa, passerà anche tutta la vita a pagar tasse per ripagare un debito che è in non piccola misura il risultato di un regime pensionistico troppo generoso verso le generazioni attualmente più anziane. Veramente è compito di una forza progressista fare in modo che i giovani paghino ancora di più? 

Il sindacato in Italia ha un solo difetto: continua a far finta di difendere interessi generali e collettivi quando invece, come è normale, tutela i suoi iscritti ed i suoi rappresentati. Oggi difende i pensionati, praticamente la metà dei suoi iscritti (sul tema, senza sbattermi troppo, hoo recuperato solo una vecchia, del 2003, polemica sul Lavoce.info. (Grazie anticipato per eventuali aggiornamenti)

Speriamo che Monti li aiuti a capire che, fra i tanti tipi di equità di cui è necessario farsi carico, ce ne è anche uno che si chiama equità intergenerazionale di cui loro sembrano non preoccparsi minimamente, ma che è il più importante, perché riguarda chi oggi non ha ancora voce in capitolo. Ma tanto non lo capiranno e contineranno lo stanco rito degli scioperi. Un modo, per loro, per non sentirsi del tutto pensionati.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Politica interna. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Equità e sindacati

  1. bortocal ha detto:

    L’ICI o IMU o come dir si voglia non è una patrimoniale, anche se colpisce la principale forma di patrimonio in Italia: è una tassa sui servizi, dato che una casa ha un valore unicamente perché attorno vi è una città organizzata che fornisce servizi, senza i quali la casa stessa non varrebbe pressoché nulla.

    esiste in tutto il mondo a carico dei proprietari esattamente per questo motivo.

    pretendere di non pagare l’ICI significa pretendere che sia la comunità a farsi carico e a dare valore alla tua casa: è un atto arrogante e asociale.

    e questo per portare ulteriore consenso alla tua tesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...