Piccole verità da non dimenticare

Esiste un paradosso nella politica economica. Più ha successo nel garantire la prosperità a breve termine, più induce imprenditori, banche, consumatori, investitori e governi in comportamenti di lungo periodo destabilizzanti. Se pensano che la stabilità di base è assicurata, saranno disposti ad assumere rischi maggiori – allentando gli standards per il credito, indebitandosi maggiormente, impegnandosi in speculazioni maggiori, allentando i vincoli su prezzi e salati – il che alla fine rende l’economia meno salda. I lunghi periodidi prosperità minacciano grandi recessioni

La illuminante considerazione è di Robert Samuelson, un autorevole commentatore del Washington Post, e a me sembra la riedizione colta di un vecchio proverbio: ” Chi si loda, si imbroda

Il che vuol dire che non c’è rimedio: continueremo a comportarci cosi, passando incoscentemente da un estremo all’altro.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia internazionale. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Piccole verità da non dimenticare

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. redpoz ha detto:

    bella considerazione di Samuelson, un vero paradosso!
    in effetti accade così tutti i giorni: chi sa di avere un minimo assicurato è più propenso a rischiare oltre, rispetto a chi deve lottare per quello stesso minimo.
    certo è pericolosissimo che questi rischi vadano ad intaccare i fondamentali del sistema. ma immagino che ciò dipenda anche in buona misura dalle interazioni fra molteplici attori che non possono coordinarsi….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...