L’uguaglianza nello sport

Alla fine ce l’ho fatta. Il supplemento domenicale del Corriere è rimasto sul mio tavolo per più di un mese e cominciava a darmi fastidio. Ma il tema mi piaceva e non mi decidevo a buttarlo. Volevo trovare un rinvio sul web che mi consentisse di supportare la mia piccola riflessione con i dati, ma tutte le ricerche nel sito del Corriere si erano rivelate vane.

E stasera la soluzione. Come sempre la più ovvia. E bastato digitare le due paroline della fonte dei dati dell’articolo del Corriere, Sporting Intelligence, e i dati sono apparsi.

Si tratta dell’analisi svolta annualmente a livello mondiale suii compensi elargiti agli sportivi, in vari settori sportivi. E’ a pagamento e non la ho certo comperata, anche se il costo non mi sembra eccessivo: giusto 9,99 sterline.

A me interessava una annotazione, molto evidente sull’articolo del Corriere ma che si perde un pò nella miriade di dati pubblicati sul sito: gli sport ed i campionati che funzionano meglio, nel senso che assicurano un adeguato utile agli imprenditori, sono quelli in cui esistono minori diseguaglianze. Diseguaglianza fra i compensi degli atleti, nelle singole squadre e fra le squadre partecipanti, e diseguaglianza fra i ricavi di ciascuna squadra che partecipa al campionato.

La spiegazione è semplice: l’uguaglianza di possibilità migliora la competitività del campionato e ne aumenta l’interesse, ampliando il mercato di riferimento e, di conseguenza, i ricavi complessivi.

Forse è forzato ricavarne una ulteriore prova a sostegno dell’ipotesi che una società funziona tanto meglio quanto minore è la diseguaglianza al suo interno, ma è una idea che mi piace. Uno spunto che sono contento di essere riuscito a non perdere.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...