Brutte notizie

La crisi morde e si vede. Tantissimo. E riporta in auge ragionamenti che uno come me, sempre più convinto che il vero problema, e difficile, sia quello di trovare i mezzi per orientarsi in un mondo dove è il momento del consumo che decide, ero convinto fossero superati da tempo.

Credo che l’Economic Policy Institute sia uno centro studi progressista. E per questo mi ha molto colpito lo studio The China toll, il pedaggio cinese, tutto centrato su quanti posti di lavoro sia costato agli Stati Uniti l’ingresso, voluto da Clinton nel 2001, della Cina nel WTO.

A dieci anni di distanza se ne fa un bilancio terrificante, se ne individuano le cause nel scorrette pratiche concorrenziali della Cina, a partire della manipolazione dei tassi cambio. Ho cercato invano, ma sono sicuro di aver trovato anni fa, articoli di tenore diverso, o comunque più inclini a guardare l’altra faccia della medaglia: i vantaggio che i consumatori, a partire da quelli americani, hanno avuto dal poter contare su prezzi più bassi.

Le medaglie hanno sempre due facce, produzione e consumo si guardano e si ripecchiano. Certo è abbastanza evidente che per consumare uno ha bisogno di guadagnare e quindi, soprattutto in periodi di crisi, prima si guarda al lavoro e poi al consumo. Ma senza consumo, e la crisi attuale lo dimostra, non c’è produzione e quindi lavoro ed il conseguente reddito.

Come se ne esce? Non lo so, ma la risposta protezionistica, la storia insegna, non è quella giusta: solo l’ampliamento dei mercati, non il loro restringimento, genera ricchezza.

posti di lavoro

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Consumo, Economia internazionale, Produzione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...