I segnali allarmanti

Ancora un debito verso Mario Seminerio. A volte è troppo polemico, a volte troppo ripetitivo, ma è uno dei pochi che nelle poco righe di un post riesce a darti idee ed informazioni stimolanti.

Non sfugge a questa regola il post sul costo del lavoro, corredato da un bel grafico molto brutto

Quale è la sostanza, in soldoni?
Fra i così detti PIIGS siamo quelli messi peggio nell’andamento di una variabile chiave per la competitività del nostro sistema produttivo, la base indispensabile del necessario rilancio della crescita, il costo del lavoro per unità di prodotto (CLUP). Non solo. Mentre i nostri compagni di viaggio, chi più e chi meno, chi prima e chi dopo, hanno capito che una azione decisa su qeusta variabile è necessaria ed indispensabile, noi abbiamo solo leggermente ridotto la nostra traiettoria di crescita. Una strada che avrà come lento ma sicuro effetto quello di ridurre la competitività dei ns. prodotti sul mercato internazionale.

E’ indispensabile invertire la rotta, fermare il declinoFERMIAMOLO

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia interna. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...