Un problema da approfondire

con molta calma, non so quando e non so come, ma ne varrebbe proprio la pena.
Nasce da questi due grafici

Come è possibile? Quali sono le conseguenze? Succede solo negli Stati Uniti? Perché solo sugli Stati Uniti trovo questi dati e perché solo li il problema delle disuguaglianza è così vivo?

Mi sembra evidente che se i frutti dell’aumento della produttività non vengono redistribuiti a tutti, non ci sarà mai domanda sufficiente ad assorbire l’aumento della produzione che è, tautologicamente, il risultato dell’aumento della produttività, a parità degli altri fattori. La lezione della crisi finanziaria ci insegna che, per un certo periodo, alla insufficiente crescita del reddito medio si è fatto fronte con un aumento dell’indebitamente, pubblico da noi e privato negli Stati Uniti. Ma indebitarsi sempre di più non è possibile, checchè ne pensi Guarino, e adesso che o non si si vuole indebitare o non si vuole prestare la domanda crolla e il sistema si avvita su se stesso.

Riappaiono vecchi problemi mai risolti, ma semplicemente nascosti: da Marx in avanti si è sostenuto che il capitalismo è soggetto a ricorrenti crisi di sovrapproduzione. In realtà siamo difronte ad una crisi da sotto-domanda, se mi si permette l’espressione. E la domanda può essere rilanciata:

  • con nuovi prodotti/consumi che vengano incontro ai bisogni insoddisfatti, più pubblici che privati;
  • con una più equa distribuzione del reddito, da realizzarsi in primis con un miglior funzionamento del mercato;
  • con una maggior enfasi sui problemi dell’innovazione, il vero motore della crescita
Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia internazionale. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un problema da approfondire

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Pingback: Giuseppe Ferrari « Cor-pus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...