Sperare non costa nulla

e quindi speriamo che abbia ragione Simon Johnson quando ci dice che il 2013 sarà “L’anno di svolta per la riforma finanziaria“. Lui sostiene che il mondo politico statunitense e, soprattutto, l’ambiente dei responsabili della vigilanza sul sistema finanziario americano, a cominciare dalla FDIC, si stanno orientando ad affrontare il toro per le corna e a dare battaglia sul tema delle banche troppo grosse per poter essere lasciate fallire. In superficie non mi pare emerga molto, anche se un recente discorso recuperato per caso del presidente della Federal Reserve Bank di Kansasi City sembra confermare quanto afferma Johnson.

E visto che, secondo me, molti dei nostri problemi vengono dal troppo peso del settore finanziario e dalla sostanziale irresponsabilità dei top managers del settore, ogni passo, anche piccolo, in direzione di un contenimento del loro potere, è un passo in avanti.
Se è vero che nel secondo mandato un presidente americano lavoro per passare alla storia, speriamo che Obama ambisca ad essere ricordato come il presidente che ha saputo ripristinare il mercato concorrenziale nel settore finanziario.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sperare non costa nulla

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...