Siamo morti di colpo?

Scrivo poco, ma ascolto molto. E, ancora una volta, la politica italiana mi lascia allibito.

Questa volta il problema mi tocca da vicino, ma faccio una fatica infinita a capire. Giannino ha raccontato balle (si fa fatica a capire perché), Zingales lo ho smascherato brutalmente (capisco meglio, ma non troppo), e adesso recitano il necrologio per Fermare il declino?

Ma veramente il problema è, ancora e sempre quello delle persone?
Fin da lluglio scorso  ho aderito a Fermare il declino  e manco sapevo chi fossero le persone. Quello che mi interessava, e mi interessa, è il programma, le analisi fatte sul perché siamo nella merda e che cosa dobbiamo fare per uscirne. Il caso Giannino cambia il programma? Cambia le cose da fare? Cambia le cose che Fare  vuole fare?

No, per niente.
E allora perchè, come sempre, si discute di niente?

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Politica interna. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Siamo morti di colpo?

  1. Gianni ha detto:

    Alla gente non importa nulla delle cose da fare o di conoscere i programmi dei partiti. Alla gente importa avere qualcuno in cui credere. Il caso PD è emblematico. Grillo ancora di più. Bersani sta sparando una serie di luoghi comuni impressionante, senza dire nulla, ma facendo solo intendere che lui, persona seria, ci sa fare e risolverà i problemi. Grillo cavalca un orribile populismo distruttivo, sapendo bene che i suoi, arrivati in Parlamento, saranno ingovernabili. Giannino apparentemente non aveva alcun bisogno di millantare titoli che non aveva. Probabilmente il suo modo eccentrico di vestire, i millantati titoli mascherano una propria insicurezza personale ed una incertezza fondamentale con chi stare. Questo personaggio liberale, che aveva in simpatia Berlusconi, come si è trovato a navigare con la sinistra ? Come si può dichiarare di avere lo scopo di fare perdere Berlusconi ? C’è qualche carenza di personalità ? Personalmente, prima che scoppiasse la bolla dei titoli universitari, sono rimasto molto perplesso dall’atteggiamento di Giannino. Non sarà stato questo cambiamento di marcia a provocare la bolla dei titoli e il ritiro di Zingales ? I simpatizzanti del fare, a mio avviso, conoscono poco il programma. Cercavano fiducia in un personaggio, che invece li ha traditi proprio sulla credibilità. I simpatizzanti del fare continueranno a non sapere un accidente dei contenuti del fare : manterranno invece una profonda diffidenza nei confronti sia di Giannino che dei contenuti che propugnava. Se non va bene Giannino, non vanno nemmeno bene le cose che proponeva. Così pensiamo istintivamente noi gente comune. Ovvio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...