Un sistema demenziale, con esiti catastrofici

 Non so voi, ma a me pare che il peggio debba ancora arrivare. La faccenda del debito, pubblico o privato molta differenza non fa, che dovrebbe servire a tirarci fuori dai guai a me ha sempre convinto molto poco. E questa serie di grafici ha confermato l’impressione che siamo difronte ad un sistema impazzito, da cui non potranno nascere che guai. La soluzione non l’ho, e mi pare neppure l’articolista, ma la strada del “facciamo ancora dei debiti” mi pare la peggiore.

Vediamo di mettere in fila i grafici

La Fed e l'economia Usa  Il debito greco  Dove va la liquidità della FED

In soldoni, con poca voglia e poco tempo, mi limito a tradurre, come sempre male, le conclusioni.

Possiamo riassumere i risultati dell’orgia di creazione monetaria, che ha interessato tutte le banche centrali del mondo in tre punti:
1 – Ha consentito a banche zombie di continuare a funzionare, pur essendo in bancarotta.  Con l’evolversi del processo, i problemi del debito sono cresciuti a valanga, logico risultato di gettare la moneta cattiva dopo il buon money.
2 – Più che aiutare a mantenere adeguati livelli di credito per il settore privato, gli enormi programmi di creazione monetaria della Fed sono essere la soluzione dei problemi dei banchieri, che, anche se attualmente hanno le banche insolventi, possono emergere dalla crisi in buona salute
3 – Il credito arrivato al settore privato ha prodotto una serie di bolle, alcune delle quali sono già esplose. Altre sono sul punto di esplodere. Le bolle sono estremamente dannosi perché dirottano risorse verso attività che sono destinate a fallire quando tornano condizioni normali. E’ uno spreco assoluto.”

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia internazionale, Finanza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...