Allargare lo sguardo e preoccuparsi di più

L’articolo di Valeria Cipollone su Limes “Uomo ed energia: le chiavi del Rinascimento della manifattura nell’Ue” non è nè particolarmente originale nè particolarmente ben scritto.

Ma ha il grosso pregio di mettere in fila, con tanti interessanti rinvii, i problemi veri che abbiamo di fronte, se vogliamo aver un futuro degno del nostro passato: è ancora possibile mantenere il peso del settore industriale intorno al 20% del Pil, ma le chiavi sono: energia a buon mercato, investimenti in ricerca e sviluppo almeno al 3% del Pil, legislazione europea uniforme e flessibile, buon accesso al credito.

E noi stiamo a discutere della agibilità politica di un vecchio di oltre settantanni che da oltre venti riesce a farci ballare al ritmo dei suoi problemi. E per fortuna che c’è l’Europa che, a fatica, ci trascina in avanti. Se fate caso, tutti i problemi cruciali del nostro futuro possono trovare una soluzione solo in un ambito più grande di quello nazionale. Con buona pace di chi continua a vedere nella UE la causa dei nostri mali (tanto per avere una idea del loro livello, data una occhiata qui)

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia interna e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...