Mercato e diseguaglianza

Dire che questa citazione di Keynes sia all’origine delle mie riflessioni sul tema è una forzatura, ma mi sembra utile a rendere l’idea: “I difetti lampanti della società economica in cui viviamo sono la sua incapacità di provvedere alla piena occupazione e la sua distribuzione arbitraria e iniqua della ricchezza e dei redditi“.

In soldoni, la domanda è: ma un mercato concorrenziale non dovrebbe automaticamente ridurre la diseguaglianza dei redditi?
Teoricamente le risorse, a cominciare dal lavoro, dovrebbero fluire nei settori in cui vengono pagate meglio e, di conseguenza, farne diminuire il rendimento.
Perché non accade?E perché di diseguaglianza si parla così poco?

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni, Studio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...