Disuguaglianza, tasse e concorrenza

Quando ci torno, trovo sempre lucido Robert Reich.
Leggete questa analisi della situazione politica americana che prende spunto dalla polemica sui redditi dei Clinton per rilanciare in poche righe una strategia politica che ponga al centro della attenzione la crescente disuguaglianza nella distribuzione del reddito e che su di essa costruisca una nuova alleanza sociale in grado di guidare il paese.

Eppure non capisco perché, nell’individuare le soluzioni al problema, metta l’accento soprattutto, se non esclusivamente, sul ripristino di una maggiore progressività fiscale dell’imposta sul reddito. Certo, ha la sua importanza, ma a me pare secondaria rispetto al tentativo di fare funzionare meglio il mercato.
Rimango convinto che disparità molto forti nella distribuzione del reddito siano un segno di distorsioni del mercato e che pertanto dalla concorrenza si debba ripartire.

Annunci

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Democrazia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...