La strada sbagliata e quella giusta

Le coincidenze aiutano e qualche volta suscitano riflessioni interessanti.

Oggi il Corriere, giustamente in prima pagina, commenta la nomina di Jeremy Corbyn a leader del partito laburista inglese, rilevandone la praticamente certa sconfitta alle prossima elezioni nei confronti dei conservatori di Cameron.

Nell’inserto domenicale La Lettura ospita una intervista a Robert Reich di commento al suo ultimo libro “Come salvare il capitalismo dei capitalisti“, in uscita per i tipi di Fazi Editori anche in italiano.

Nonho per niente seguito le vicende dei laburisti inglesi. Di Corbyn conosco poco o nulla. Solite idee della sinistra, tutte concentrate sul momento della produzione. Niente per il mercato, il diavolo. Unica idea che mi piacerebbe approfondire è quella sul “quantitative easing del popolo”. Sono convinto che la politica delle banche centrali di iniettare liquidità nell’economia acquistando titoli di vario genere abbia l’unico effetto di alimentare il rischio di bolle speculative in borsa o sui mercati immobiliari. Il problema è rilanciare i consumi, aumentando il reddito medio, ma cosa hanno da vendere alle bance centrali i cittadini comuni? Niente. E non credo che una politica di opere pubbliche, come mi pare suggerisca Corbyn, modifichi di molto il problema.

L’unica soluzione, mi pare che sia anche la posizione di Reich di cui però non ho neppure finito l’intervista, è rilanciare il mercato, la concorrenza. Ma di questo a sinistra non si parla neppure per sbaglio. E la sconfitta è certa (Syriza insegna).
Senza le carte geografiche aggiornate non si va da nessuna parte.

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Potere, Riflessioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...