In principio

Avevo in mente tutta una serie di cose da dire, ma come sempre di fronte al foglio bianco la mente si svuota.
E poi, forse, prima di parlare è bene riflettere e magari pensarci su due volte. Per questo, per il momento, mi limito a qualche rinvio, che vorrei leggere prima di dire la mia.

Uno – Due (Sant’Agostino)
Interessante questo confronto fra testi (anche qui sarebbe da approfondire).

Ma nessuno dice che cosa era il verbo la parola.
Come sempre sbaglio io a dire che la parola che esisteva fin dall’inizio era il semplice e banale, ma tanto profondo da essere appunto all’inizio di tutto, ti amo?

09 aprile 2016
Forse che finalmente se ne è accorto qualcuno?
Duecento (per la verità ho visto che il pdf dice che sono solo 132) pagine sono, come sempre, troppe per me (anche se forse potrei mettermele sul telefono e leggerle in metropolitana) ma sia il titolo che alcuni brevi cenni che ho scorso questa mattina sul Corriere mi fanno pensare che Francesco, con il suo documento sulla famiglia Amoris laetitia abbia finalmente posto l’amore (e non la legge) al centro del suo magistero.
Meglio tardi che mai

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Studio. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...