Il debito

Faccio sempre più fatica a capire quello che succede. Oggi ho recuperato, girovagando un pò per distrarmi, questo grafico

Il debito mondiale per settori (Fonte: IIF)

L’ho recuperato qui, credo sia un sito di analisi finanziaria per investitori e la fonte è l’Institute of International Finance, che ha il brutto vizio di non lasciare guardare ai non iniziati i suoi dati e le sue analisi

Se si fanno le somme ci si accorge che il debito complessivo è passato in 20 anni da essere pari a due volte il PIL annuo ad oltre tre volte. Ma che senso ha? Cosa finanziano tutti questi debiti? E’ sostenibile un trend di crescita simile? Chi detiene il debito?

A volte ho l’impressione di vertigine e di non riuscire a capire. Esiste una logica in tutto questo?

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia internazionale, Finanza, Studio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il debito

  1. Paolo Spinoglio ha detto:

    Se gli stati avessero tutti la sovranità monetaria e stampassero la moneta che serve per gli investimenti pubblici il debito non esisterebbe nella forma attuale. Ma la sovranità monetaria non c’è, neanche per gli USA, in quanto sono le banche centrali, che sono private e non pubbliche, a stampare la moneta per finanziare gli stati ed estorcere gli interessi a vita (in quanto gli stati non restituiranno mai la montagna di soldi avuti in prestito). La finanza internazionale (sono una congrega di privati) ha ormai imposto il suo sistema nel mondo occidentale, meno in quello orientale. Se non si ritorna alla sovranità monetaria il debito mondiale aumenterà sempre, Dovremmo avere il coraggio di ribellarci a questo sistema. La teoria monetaria stabilisce che uno stato può stampare moneta per le sue necessità, purché la quantità stampata non superi la ricchezza intrinseca della nazione. La ricchezza si calcola considerando sia le risorse materiali che quelle intellettuali (idee, cultura, intraprendenza etc.). Ricordiamoci che Kennedy fu ucciso dopo aver fatto stampare dallo Stato i biglietti verdi per diminuire il debito pubblico. Dopo la sua morte furono addirittura ritirati piano piano dal mercato. La finanza internazionale domina ovunque avendo in mano tutto. Gli economisti ed i giornalisti sono suoi zerbini. Paolo Spinoglio

  2. Giuseppe Ferrari ha detto:

    Invidio molto chi ha certezze.
    Non mi pare che le banche centrali siano enti privati, e, soprattutto, con che cosa hanno comprato le tonnellate di debiti, pubblici e privati, che hanno portato i loro attivi dal 10 al 40% del PIL mondiale in neanche 20 anni (http://www.economiaepolitica.it/wp-content/uploads/economia-e-politica10.jpg) se non stampando moneta?
    Il problema secondo me è che questa moneta è rimasta nel circuito finanziario, non è passata nell’economia reale, ed in questo sono d’accordo sul dominio della finanza internazionale. Stampare moneta per comperare titoli pubblici e privati, senza contemporaneamente affrontare il problema di un drastico intervento sul monopolio di fatto dei grandi conglomerati finanziari serve soltanto ad ingigantire il problema.
    Solo la riduzione del debito ci può aiutare

  3. Paolo Spinoglio ha detto:

    Siamo da capo, ma cosa è questo debito? A mio parere e’ un distorto modo di farci vedere la realtà per sottometterci. A me risulta che tutte le banche centrali del mondo occidentale siano in mano ai privati. Se viviamo in questa disinformazione meglio non parlare di economia e finanza. Paolo Spinoglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...