Quello di cui non si parla

Il post l’avevo cominciato lo scorso anno e poi dimenticato nelle bozze. Lo ripubblico oggi senza modificare l’esordio, oramai datato. Ma tanto chi mi legge? Per me rimane un appunto importante da non perdere

Avete visto quante chiacchiere e quanti dotti articoli ha suscitato il recente rapporto annuale dell’Isat per il 2017? Non ci sono più le classi sociali, siamo tutti centenari, i giovani stanno con i genitori, e via cantando. Chi più ne ha più ne metta.
E chi vi ha detto qualche cosa di questo simpaticissimo grafico?

E’ la figura 1.31 del rapporto dell’Istat e, elaborata su dati OCSE, mette in relazione la crescita (diminuzione) del prodotto lordo pro capite con la crescita (diminuzione) della produttività totale dei fattori nei principali paese OCSE dal 2000 al 2014. Ogni pallino azzurro indica un paese. Non chiedetemi perché nel trasferire qui la tabella dell’Istat (per me non è stato facile) quelle che nell’originale erano due lettere identificative dei paese sono diventati dei numeri.
Con un pò di pazienza ho ricostruito la legenda, spero correttamente (comunque l’originale è a pag. 54 del rapporto Istat):
Australia 23 – Austria 1 – Belgio 11 – Canada 14 – Danimarca 6 – Finlandia 12 – Francia 7 – Germania 17 – Irlanda 20 – Italia -7 – Giappone 10 – Paesi Bassi 9 – Nuova Zelanda 24 – Portogallo 0 – Spagna 4 – Svezia 20 – Svizzera 4 – Regno Unito 15 – Stati Uniti 13.

Come si vede, gli unici paesi in cui la produttività totale non è aumentata sono i tre paesi mediterranei (Italia, Portogallo e Spagna) e l’unica in cui il reddito pro capite è diminuito, e pesantemente, nei quindi anni sotto analisi, è l’Italia.

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Economia interna, Studio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...