Il grafico guardato e quello da guardare

Erano dieci anni che non cercavo di leggere il rapporto annuale del Censis. Una domenica tranquilla in casa mi ha fatto ritrovare il gusto della lettura, se non proprio dello studio. E così mi sono scorso rapidamente il rapporto del 2019.

Non mi ha convinto, in particolare per il tono: sembra, come sempre quando si analizza la situazione del nostro disastrato paese, di trovarsi in una situazione in cui noi poveri cittadini siamo le incolpevoli vittime di non si sa bene chi o che cosa, che sono i veri responsabili delle nostro difficoltà. Ma è un discorso troppo lungo per oggi.

Mi limito a riportare due grafici del rapporto, il primo molto ripreso sui giornali ed il secondo, per quel che mi risulta, passato del tutto inosservato.

Questo è il primo che, nella sua assoluta genericità, a fatto strillare tutto il paese, con infinite, e a mio giudizio, futili discussioni sul futuro della democrazia nel nostro paese: “gli italiani vogliono l’uomo forte“.

Un po’ poco per trarre conclusioni così allarmistiche. Forse uno dei tanti segnali che ci dicono che il paese in crisi cerca facili scorciatoie senza volersi interrogare sui suoi veri problemi.
Che sono invece molto bene illustrati dal secondo grafico, che nessuno ha commentato.

Eppure parla da solo. E dice una verità a cui forse vogliamo sfuggire.
Negli ultimi anni abbiamo lavorato di più per incassare di meno.
Abbiamo ragione ad essere arrabbiati. Ma prendersela con i falsi obbiettivi non aiuta certo a risolvere i problemi.

Ma nessuno lo dice.

Informazioni su Giuseppe Ferrari

Nato a Modena, vive e lavora a Milano praticamente da sempre. Sposato con due figlie. Laureato in sociologia e sociologo mancato (questo blog è la mia rivincita tardiva ed incerta). Imprenditore nel settore della stampa dell'imballaggio flessibile.
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...