Concorrenza

Definierei la concorrenza una conditio sine qua non del consumo. I due fenomeni sono strettamente collegati: il consumo richiede la concorrenza e la concorrenza alimenta il consumo. Qui sotto articoli e legami

Mie pagine

  1. La concorrenza in Italia
  2. La concorrenza in Europa
  3. Siti istituzionali sulla concorrenza
  4. Gli ordini professionali in Italia

Appunti sparsi

4 dic 2013

Nazionalismo o tutela della concorrenza e dell’interesse dei consumatori? Cosa c’è dietro la decisione del governo australiano di vietare l’acquisto da parte di una azienda americana di uno degli operatori nazionali sul mercato delle granaglie? l’autorità antitrus lo aveva autorizzato, ma il governo di destra lo ha bloccato.

1 giu 2013

Pluralismo, biodiversità, sono concetti molto apprezzati dalla cosidetta sinistra. E allora perché non apprezzano libero mercato e concorrenza, che pure a me paiono la stessa cosa, o meglio il fondamento di entrambe. La diversità resiste solo dove c’è concorrenza. Ecco perché il centro di tutto deve essere un vero mercato ed una vera concorrenza.

12 mar 2013

Forse il Messico batte un piccolo colpo contro i monopoli. “Carlos Slim’s America Movil May Face Breakup Pressure in New Law” Chissà se in Italia qualcuno se ne accorge. E chissà se si riesce a seguire la vicenda.

21 dic 2011

Strano, almeno per me, questo post sulla rinuncia di AT&T ad acquisire le attività usa di T-Mobile. Proabilmente la logica per i liberisti è che comunque lo stato non deve ingerirsi, anche quando, come in questo caso, le motivazioni paiono essere quelle di mantenimento di  decenti condizioni di concorrenza.

Dal blog di R. Reich 04 nov 08 “Too big to fail or too big Period

La conferma di una idea, o dubbio, che mi era già venuto. Non è che non è vero che esistono azienda troppo grandi per fallire ma, molto più semplicemente, azienda troppo grandi, che come tali hanno un potere troppo esteso, anzi tanto esteso da imporre alla società nel suo complesso di impedire il loro fallimento, il che vuol dire impedire la loro scomparsa? Eppure di politica antimonopolistica non si parla più molto.

Rimane in realtà un punto da approfondire, che come sempre la stringatezza delle posizioni sul web lascia irrisolto. Spesso le dimensioni di una azienda sono oggi addebitate a problemi di concorrenza e di ampiezza del mercato. La globalizzazione impone dimensioni grandi, perché è cresciuto il mercato in cui le aziende debbono componfrontarsi. Ma le regolamentazioni sono rimaste ancora a livello statale e, in Europa, a fatica, si sta arrivando ad un mercato più grande. Non so se portare queste riflessioni in un articolo ad hoc, che secondo me è più visibile e dove è più facile ottenere pareri e commenti. L’articolo di Reich ha quasi 200 commenti. Ed i primi sono interessanti. Ma come si fa a leggerli tutti?

Sul FT del 27 mag 08  “Google, Yahoo, Microsoft: antitrust confusion“.

Il problema, a cui sembra nessuno sappia dare una risposta: quale è il mercato di riferimento in cui valutare l’impatto sulla concorrenza di una fusione? Mi sembra un po’ il problema che si pose in Italia, al momento del varo della legge Gasparri sulla telecomunicazione dove, per permettere a Berlusconi di non toccare niente, fu ampliato a dismisura il mercato rispetto al quale calcolare le quote controllate da ciascun operatore.

24 maggio 2008

Evitare un deragliamento tecnologico” da American.com articolo sulle crescenti dispute fra imprese sull’uso delle infrastrutture informatiche e di telecomunicazione. Paragona la situazione a quella delle ferrovie negli Stati Uniti di inizio ‘900 .

American.com in data 22 mag 08 “I nuovi (vecchi) problemi della concorrenza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...