Il libro delle libertà – Luttwak, E.N.

Si capisce subito perché è ffinito sulle bancarelle dei libri scontati e si capisce molto meno perché qualcuno abbi deciso di pubblicarlo. Forse certe decisioni vengono prese più sulla base della notorie03:56à dell’autore che della validità intrinseca del contenuto del testo. Questo libro è uno zibaldone di citazioni di classici della letteratura liberale e non solo. Il suo problema è che le citazioni sono troppo brevi per consentire di cogliere correttamente li ragionamento dell’autore e le brevi note di presentazione di ciascun pezzo, frutto forse della sherpa Susanna Creperio Vernati non sono in grado di dare una coerenza logica alla loro pubblicazione. Praticamente sempre non sono altro che citazioni, mascherate, dal testo che dovrebbero presentare. Il risultato è un susseguirsi troppo rapido di ide e concetti che non si riesce ad assimilare.

Peccato perché spunti interessanti costellano il libro, ma si perdono, e, mancando di sistematicità, il libro non serve neanche da antologia a cui ritornare per eventuali approfondimenti.

 Ho messo pochi segni. L’unico, importante, che sono riuscito a recuperare riguarda alcune pagine (pp. 159-163) di Werner Sombart da il capitalismo moderno, dove affronta il problema della nascita del diritto moderno, rispetto a quello medioevale, come sviluppo e predominanza del principio della liberrtà individuale. La logica è quella ben nota (la riprende anche Bendix in Stato nazionale ed integrazione di classe) dove alla predominanza del gruppo, comunità, ceto, corporazione, ecc. del medioevo, che era l’effettivo titolare dei diritti e solo se ne facevi parte potevi goderne, tipico del medioevo, si sostituisce poco a poco il diritto individuale. Con i suoi pregi ed i suoi difetti: in particolare il richiamo alla responsabilità e alla solitudine che esso comporta. Dilemma irrisolto a tutt’oggi.

 Indice

 Libertà
Giustizia
Garanzie contro il dispotismo moderno
Decentramento e federalismo
Democrazia e capitalismo
Le vurtù del cittadino in democrazie
Stato e chiesa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...