Potere e complessità sociale – Luhmann, N.

Capisco molto poco, se non niente. Ma a pagina 110 ci sono notazioni interessanti sulle interdipendenze che nelle formazioni sociali di tipo antico erano limitate e questo consentiva la stratificazione e quindi, se non capisco male, le differenziazioni di classe e di potere. Con la crescita della complessità, crescono le interdipendenze e, conseguentemente, si livella il potere. Chissà se è quello che vuol dire Luhmann.
Comunque non capisco che senso ha scrive in una maniera così difficile.. Rimane l’impressione di essere di fronte ad un discorso interessante ma il linguaggio oscuro ne impedisce la comprensione. E ti rimane una domanda senza risposta: il cretino sono io, che non capisco niente, o lui che, per una ragione che mi sfugge, scrive in maniera incomprensibile? Ritengo che in materia come la sociologia nessuna ragione scientifica impedisca di rendere comprensibili senza troppi sforzi le proprie ipotesi. Se non lo fai è perché non la vuoi fare.
Comunque credo di aver chiuso con Luhmann, come con Baumann. Ci sono tanti che sanno spiegarsi meglio.e il tempo per leggere è comunque poco.
Certo che ad avere le capacità per poterlo capire potrebbe essere interessante riuscire a dimostrare che anche la sua opera è un tassello all’interno di quella che è una delle mie ipotesi di base: nella società attuale dei consumi, il potere tende a distribuirsi in maniera sempre più uniforme. A supporto della tesi l’idea, appunto, del potere come mezzo di comunicazione: se la comunicazione diventa sempre più facile, il potere tende a diluirsi. Ed anche quella che, proprio a causa della crescente complessità, la società tende a diventare meno governabile, aumentando i gradi di libertà del singolo.
Diffusione della comunicazione e della complessità, oltre che a rafforzarsi a vicenda, tendono a meglio distribuire il potere e la possibilità di influenza.
Peccato che parli così difficile. Bisognerebbe partire, con santa pazienza, dalle note lessicali opportunamente aggiunte da Zolo in fondo al libro, impadronirsi al meglio della terminologia di Luhmann e riprendere, con santa pazienza, il libro.

Indice
I. Il potere come mezzo di comunicazione
II. Il firerimento all’azione
III. Le funzioni del codice
IV. Potere e forza fisica
V. L’universo dell’esperienza e della tecnica
VI.. La generalizzazione dell’influenza
VII. I rischi del potere
VIII. La funzione del potere entro la società complessiva
IX. Il potere organizzato.
Note lessicali

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...