Laveno e Pallanza (in bici)

L’originalità della domenica non sta di certo nelle mete, abituali e conosciute da sempre, ma nel fatto che, per la prima volta in vita mia, mi sono fatto convincere a montare in bibicletta.

E così, con un poco di fatica e non pochi dolori soprattutto alla fine, mi sono fatto quelli sulla carta mi erano stati detti essere 83 chilometri e che mi sa che sono riuscito ad aumentare perchè sul lago di Varese, da ligio ciclista, mi sono lasciato sedurre dalla pista ciclabile, abbandonando la statale con il risultato che sono stato l’ultimo ad arrivare a Laveno.

Ma evidentemente l’importante era arrivare e ce la ho fatta, debbo dire con meno fatica di quanto avessi previsto. Aggiungo però che andare in bici mi ha un poco deluso: bisogna stare attenti. guardare la strada ed, inoltre, se vuoi guardarti in giro, devi alzare il collo, con ulteriori dolori per un vecchietto come me. Molto meglio le mie tranquille passeggiate a piedi

L’occasione era l’invito di Francesco ad una domenica diversa nella sua villa di Pallanza e soprattutto il piacere che Cristina ha di trovarsi in compagnia e che troppo spesso trascuro. Inoltre debbo dire che mi piace parecchio come Francesco interpreta la propria vita da gran signore nel XXI secolo e qualche volta per questo riesco ad uscire dalla mia abituale ritrosia al trovarmi in compagnie numerose.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...