Arenzano

La cappa grigia e fredda che avvolge da giorni Milano spinge a cercare, invano, un raggio di sole vicino. Ed alla fine si opta per un salto al mare, sperando in qualche sprazzo di sole e sapendo, che almeno avremmo goduto della tranquilla serenità del mare d’inverno.

Ed Arenzano è, probabilmente, il posto più vicino a Milano, poco più di un ora tranquilla in macchina.

Anche al mare è nuvoloso, ma fa un po’ meno freddo e si riesce a mangiare un pezzo di focaccia su di un’ampia spiaggia, difronte al mare, con l’unica compagnia di quattro venditori di ombrelli particolarmente ottimisti o che, più  semplicemente, non avevano altro di meglio da fare.

L’unica indicazione turistica era per il Santuario di Gesù Bambino e così lo abbiamo visitato. Bella la vista sul golfo dal terrazzo cui si accede attraversando un corridoio tapezzato dai disegni dei bambini per il Natale. Cristina non resiste alla tentazione della marmellata venduta da un attaccabottoni non stupido che ci ragguaglia sinteticamente sui problemi di una località turistica, con diecimila abitanti stabili e ottantamila pendolari e con sei panetterie su otto che aprono solo il sabato e la domenica.

Il Santuario non è bello, di quello stile indecifrabile delle costruzioni moderne o quasi. E’ dell’inizio del ‘900 anche se la sua storia, o meglio quello della immagine del Bambin Gesù, è parecchio più antica. In realtà non mi sono dispiaciuti gli altorilievi che adornano la parte di entrata, se non altro per la loro originalità: da nessun’altra parte avevo visto opere siffatte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...